info@feudalesimoeliberta.org
Usate il piccione viaggiatore
Feudalesimo e Libertà
 
 
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 232

Si riconduca lo Papa ad Avignone!


08 Feb 2013
  • Scritto da 
  • Pubblicato in Politica
  • Hits: 755
Correva lo Anno Domini 1305 quando lo conclave elesse a Perugia Sua Santità Papa Clemente V. Elli, pio homine di chiesa et devoto cristiano succedeva a Bonifacio VIII, scellerato avversario dello Re di Francia e dello Imperator Asburgico. La di lui opera fuit magna et exsemplare: elli suspise lo corrupto ordine delli templari et spostò la papale sede ad Avignone onde evitare que la decadentia e gli intrighi romani influenzassero la sua opera di vicario di Cristo. Sino allo 1377 la sede papale restò in codesto Sacro loco sub la protezione dello Franco Re. 

Magno et pulcher fuit codesto periodo pella Chiesa; Maxima fuit la armonia tralli puteri voluti da Iddio. Lo Re esercitaba lo temporale podere, e lo Papa quello spirituale. Essi collaboravan pella gloria di Nostro Signore contra ogni inimico della cristianità.

Venne poi la sciagurata scelta di Gregorio IX, un anno pria della sua dipartita, di rispostar la domus di Nostro Signore nella Urbe italica. Lo conclave que seguì elesse sotto la pressione delle piazze romane che gridavan: «Romano lo volemo, o almanco italiano» uno Papa barese. Li cardinali Francesi non accettaron codesto resposto, ritenendo que una nomina pontificia debba esser dettato dallo Spirito Sancto et non dallo volgo urlante. Per codesto motivo essi elessero uno altro Papa (Clemente VII) que si ristabilì ad Avignone come lo sua successore (Benedictus XIII). 

Pugnar contra una deriva autonomista fuit lo scopo delli Papi Avignonesi. Li loro pontificati fueron rimembrati come auree età pella cristianità sino a quando li historici vaticani non bollarono esto periodo como "cattività avignonese" et "scisma d'occidente".

Oggi como allor la menzogna et la eresia regna suvrana sub la cupola di San Pietro. Non passa die que lo Papa non assecondi lo volgo o la muderna scientia, non passa die que lo Papa non faccia un appello pella pace, piuttosto que parar la guerra contra li infedeli, non passa die que la banca vaticana non si scupra addentro a qualche losco traffico or empia operazione finantiaria. Feudalesimo e libertà vuole que omnia ciò finisca! Feudalesimo e libertà vuol porre un argine alla corruptione et alla decadentia della Santa Sede.

Feudalesimo e libertà propugna, como nello 1309, lo trasferimento della sede papale ad Avignone, lontano dalle corrupte stanze vaticane et magno vicino a quelle di Aquisgrana. Feudalesimo e libertà propugna lo ritorno a una chiesa que sia faro della cristianità e non faro dello denaro e delle eresie. 

Un voto a Feudalesimo e libertà è un voto pello Papa ad Avignone!
Un voto a Feudalesimo e libertà è un voto contra la corruptione vaticana!
Un voto a Feudalesimo e libertà è un voto pella vera cristianità!

 

(0 Voti)

Devi effettuare il login per inviare commenti