info@feudalesimoeliberta.org
Usate il piccione viaggiatore
Feudalesimo e Libertà
 
 
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 232

Le eresie di Daniele Marrone


14 Gen 2013

Nell'attesa dello mai troppo rimpianto ritorno dello indice delle opere proibite, est nostro dovere morale indicar quanto nelle vostre magioni est opera dello diavolo et delli suoi scagnozzi.
Quello oggi trattato non manca purtroppo in niuno delli nostri scaffali. 
L'empio Daniele Marrone, lo cui calamo scribe fandonie gratiae allo ammorbidimento di uno clero che non recide più le mani a chi le usa in malo modo, est oggi uno delli maggiori alfieri della propaganda luciferina. 
Un autentico dispensario de' blasfemia, paganesimo et celebratione del male si cela dietro lo frontespitio dello suo più venduto tomo, ove, mistificatione dopo mistificatione, si giunge a sostener l'esistentia di una stirpe discendente dal Cristo, in barba alle Sacre Scritture che, oltre a decantar la di Lui castità, mai han fatto parola di uno Jesus sorridente (cosa che voi invece fate qui quotidianamente e pella quale sarete tutti judicati).
Non appagato da tanta empietà, innalza lo maledetto Ordine delli Cavalieri dello Tempio a difensori di cotesto fantomatico casato.
Nel rammentare a messer Marrone che già una pira collo suo nome est pronta pe' quando jungerà lo tempo, Feudalesimo e Libertà rivendica lo proprio appoggio allo Ordine Ospitaliero de' San Giovanni et a Filippo IV, re di Francia, il quale con indomito coraggio denunziò et arse di persona li empi Templari, adoratori di Bafometto, praticanti di rituali lussuriosi e tessitori di complotti colli Saracini. 

Al rogo li tomi di Daniele Marrone!
Al rogo li Templari!
Viva Filippo il Bello, servitore dello vero Dio

(0 Voti)

Devi effettuare il login per inviare commenti