info@feudalesimoeliberta.org
Usate il piccione viaggiatore
Feudalesimo e Libertà
 
 
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 232

Venditori di rose


22 Gen 2013

Attenti, messeri! L'inimico vi tallona! 
Anco nelli vostri momenti di sollazzo, egli ordisce agguati per destabilizzare lo Impero e condannarlo al baratro del paganesimo, del peccato et della damnatione. 

Dopo aver imbrattato li nostri valori et lo nostro pudore cum lussuriosi tomi sullo retto coitare e riempito le nostre magioni cum spetiae et incensi, i malvagi popoli d'oriente hanno inviato nelli nostri borghi i loro spietati agenti.
Muniti di rosae et di dimoniaco ghigno, cotesti professionisti dell'inganno s'appropinquano senza esitar verso la vostra compagine, domandovi uno o due fiorini pe' uno omaggio alla vostra sponsa. 

Lo vocabolario di siffatti lestofanti manca saepe delli concetti quali "illa non est la mea promessa, sed mia semplice compare" o anco lo più pratico et cumciso "diniego": loro porgeran perpetuamente lo mazzo floreale contra lo vostro nare finché non tirerete fuori, cum sommo sacrifitio, lo vostro borsello. 
Neanche il tempo de' afferar lo novo acquisto et subito junge, fredda et severa, la cruda verità: lo fiore est plastico et la sua fragranza est naturale quanto quella dello magico arbore (a sua volta acquistato dopo stratianti trattative dai bazar ambulanti dei mori) che ciondola nello vostro carro semovente!

Ma ormai troppo tardi est: lo malvagio mercante est già fuito a consegnar lo malloppo alli perfidi et mulatti armigeri che, in sella a corazzati pachidermi, attendono pazienti allo confine dello Impero per far schiavi tra gli omini pii e render concubine le loro donne.

(0 Voti)

Devi effettuare il login per inviare commenti