info@feudalesimoeliberta.org
Usate il piccione viaggiatore
Feudalesimo e Libertà
 
 
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 232

Si ritorni allo gotico!


25 Gen 2013

Est junto lo momento di cessare colla bruttura della modernità! 
Feudalesimo e Libertà si oppone alli novi aedifici, parto di architecti senzadio e autentiche dimore del male che tolgon centralità alli edifizi de' culto corrompendo le anime umane.

La sfrenata espansione urbana, filia dell'industrialismo e dell'avvento delli novi et maligni mezzi di locomotione, ha trasformato li nostri borghi nelli eredi di Sodoma et Gomorra, abbattendo le mura et smembrando quella geometria delle strade che volea nella piazza centrale lo unico centro della vita di borgo et della produzione architectonica de' pregio.

Feudalesimo e Libertà propone in primis lo ritorno allo borgo incastellato, cum lo tetto massimo de' X milia abitanti (quelli de' troppo andran a fondare nuovi borghi delle novae terre de' conquista), cum uno solo centro urbano, cumstituito dalla piazza attorniata dalli aedifici de' rappresentanza et dalla cattedrale, et cum le attività pruductive mescolate alle magioni dei villici. 

In secundo loco, proponiam l'abbandono delli moderni stilii architectonici, autentici esempi de eclettismo individualista eretico et de' non rispetto delli sacri canoni formali et funtionali (et sorvoliamo sullo grave problema della sicurezza delle novae structure in acciaio, vulnerabili alli proiettili de foco greco che fonde lo metallo alla guisa della cioccolata).

Proponiamo indi lo ritorno alla architectura fatta dalli artigiani che, tramandando di padre in filio lo proprio mestiere, cumserbano le culuture et le traditioni aedificatorie che nessuna accademia o schola de' belle arti può impartir.

Proponiamo indi lo ritorno allo gotico, alle grandi cattedrali, uniche case di Dio et loco sicuro pelli mendicanti, et alli solidi manieri, la cui pietra est magna sicurezza pello feudatario dalle adversità dello mondo externo.

(0 Voti)

Devi effettuare il login per inviare commenti