info@feudalesimoeliberta.org
Usate il piccione viaggiatore
Feudalesimo e Libertà
 
 
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 232

Muscoli di gomma o muscoli d'acciaio?


27 Gen 2013

Lo tema di cui vogliam trattare hodie tratta della vis qui lo buon Dio ha donato all'omo suo filio pel laboare la terra, pugnare li nimici et pella difesa delli propri cari.

Da un lato si ha la ripugnante et demoniaca forma qui assumono li omini corrotti dalla modernità, dall'altro la purezza et la justitia della vis maturata in lustri et lustri allo servizio dell'Imperatore.

L'infausto David de Portus habet assunto lo rivoltante aspetto di un demone, cum perversi macchinari et satanici veleni.
Egli habet celato la umana forma qui lo Signore gli donò pel trasformarsi in una mostruosa criatura allo servizio degli inferi.

Lo sano corpore assume vigorosa forma solo spiccando li capi de li nimici et li loro scudi, nonché laborando dì et nox per lo Feudatario or affrontando lunghi viaggi pell'espansione delli confini imperiali. 

Non si conquista lo musculus nel sollevar inutili pesi or azionando diabolici marchingegni. La gilda di David est alle dipendenze del Regno degli inferi et la sua forma est dovuta ad uno pacto cun Satana.

Narran inoltre, li nostri spetiali, qui lo tanto pompar li muscoli cum infidi intrugli potrà anco donar allo omo erculeo corpore in pochi dì, ma non trascurabile est lo collateral effecto allo mascolin gingillo, a qvell'instrumento qui le damigelle abbisognan pel prochear novae vitae a qvesto mondo!

Lo vero vigore, nobili messeri et distinte madamigelle, risiede nello brandir di spada come Dio comanda, risiede nella pietas contra gli indifesi et into lo studium pel le lo battagliar et pel dar prestigio allo Impero. 
Lo jovine scolaro, allo septimo anno de vita ritratto nella imago, est infatti estasiato dalla rettitudine dello soldato imperiale.

Possan le apparenze non ingannar lo buon villico seguace di Feudalesimo e Libertà, poiché essi sunt guidati dal Signore et nel justo pugnan contro li mali del mondo et contra li nimici dello Impero.

(0 Voti)

Devi effettuare il login per inviare commenti