info@feudalesimoeliberta.org
Usate il piccione viaggiatore
Feudalesimo e Libertà
 
 
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 232

Nel segreto dell'urna Lo Imperatore ti vede!


29 Gen 2013
  • Scritto da 
  • Pubblicato in Politica
  • Hits: 660

Messeri et Madonne, fra meno d'un mese verrete chiamati a scegliere la lista atta ad arrestar lo degrado odierno.
Sebbene la nostra factio si pulisce li calzari sullo volere della plebe, esortiamo i nostri sodali ad attenersi a cotesto giuoco democratico.

Abbiam già detto che lo nostro stendardo non apparirà sulla schaeda, in quanto l'italica costitutio in cumtrasto est colli nostri valori. Tuttavia, voi possedete una matita, uno pezzo de' charta et lo potere de' impiegarli como melio ritenete opportuno.

Badate, però, che intro la cabina voi non solingi estis et ogne tratto dello vostro lapis sarà observato da occhi onnipotenti che prendon nota e vergano indelebili sentenze nello tomo della vostra esistenza.

Essi sunt li occhi de' Dio, ch'avendo dato compito a Feudalesimo e Libertà di riportar lo suo Regno in Terra, est pronto a castigare cum peste, cavallette et carestia li suoi filii che ne ostacolano la venuta.

Essi sunt li occhi, li mille occhi, dello Imperatore. Essi trovansi ovunque: nello vostro vicino di magione, nello passeggero dinanzi a voi a bordo della pubblica carovana, nello amanuense allo vostro fianco quando studiate all'accademia, nella vostra mulier anco nelli più intimi et peccaminosi momenti o nello vostro prossimo di seggiolo quando observate lo torneo della domenica.

Credevate vos che li occhi dello vero Re dei Romani si chiudessero nello unico momento in cui la vostra vita et le voster scelte assumon per Egli una vaga importanza?
Credevate che un drappo plastico potesse celar lo peccato di ignavia allo vero Vicario di Dio in Terra?
Credevate che le urne fossero sigillate et precluse ad ogne sguardo?

Vili marrani! Già cum coteste convintioni offendete lo di Lui potere e pagherete con lo sudore et collo sangue tanta insolenza!

Perché lo nostro Signore Iddio potrà anco perdonar coloro che fanno ammenda delli propri peccati, ma lo Imperatore poco avvezzo est alla tolleranza di quanti, seppur pentiti, han abiurato lo suo affettuoso et paterno abbraccio.

Sappiate, ordunque, che quando vergate la vostra ics su compagini fatte de' guelfi, furfanti, pagani, propugnatori dello libero mercato, blasfemi o dolciniani, da qualche parte ad Aquisgrana una cella si apre per voi et uno violone delle comari si appronta pello vostro corpore, prossimo allo pubblico ludibrio.

Votate il Feudalesimo!
Votate la unica et vera Libertà!

(1 Vota)

Devi effettuare il login per inviare commenti