info@feudalesimoeliberta.org
Usate il piccione viaggiatore
Feudalesimo e Libertà
 
 
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 230

Le avversità si affrontano marciando


27 Lug 2015

Feudalesimo e Libertà pello sociale: Est res nota et gnosciuta da omnia que la vita est un tragitto impervio et pleno de ostacoli et sofferentiae. Fin da quando l'homine fuit scacciato dallo jardino dello Eden, la sua esistentia est scandita da una alternantia de giubiltà et cupi momenti. Per codesto motivo, le genti magne sensibili et daeboli sunt purtroppo solite ricorrer ad alquemici veleni et mephistophelique polveri onde affogar li dispiaceri della vita. Eluder le avversitade a tal guisa non sulmente non raesolve lo problema, sed indebolisce le difese et la vis dello Impero tutto. Cum est difatti possibile brandir uno stocco sub l'effecto dello oppio? Cum est possibil scrutar lo inimico sub l'aeffecto della “paladina”? Cum est possibile recognoscere una saracina spia sub l'effecto de narcotici funghi? 

Al fin de praeservar li cunfini dello Impero, li privilegi di noi nobili et lo sacro diricto de sfruttar et angheriar ogne pezzente, non accettiam que nello nostro regno se faccia uso de droghe! Que lo sodale triste et avvilito trobi cunforto nello Sacro et Romano Imperatore; que lo milite atterrito et scumfortato trobi cunforto nella sofferentia delli inimici; que lo servo della gleba afflitto et amareggiato trobi cunforto nella cunsapevolezza que praesto o tardi lo massacrante laboro, il tifo, la peste, la carestia o la pugna allontaneran per saemper lo dolore. 

Rimembra dunque, oh villico!!! Le avversitade non si superano ponendo lo capo sotto la gleba, le avversità non si superano cum alquemique levantine droghe. 

 

LE AVVERSITA' SI SUPERANO MARCIANDO!

(1 Vota)

Informazioni aggiuntive

Devi effettuare il login per inviare commenti