info@feudalesimoeliberta.org
Usate il piccione viaggiatore
Feudalesimo e Libertà
 
 
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 232

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 267

Contra li rettili in scaglie, contra li rettili in cravatta
01 Feb
Pubblicato in Politica

Giù le mani dai forzieri imperiali, immondo Marius Draghi!

Lo mundo intiero in magno periculo est, sodali!


Già nello Tomo apocalittico di Giovanni venne profetizzato lo suo arrivo, al pari dell'altre immonde criature.

Como Juanni, anco nos abbiam ricevuto la rivelatione, anco se non da Dio, ma dallo nostro savio Imperatore. 
Rapiti in estasi, udimmo dietro nobis una potente voce, come di tromba, che dicea:

"Quello che udite, scribetelo e mandatelo alli VII principi elettori dello Impero:
Da uno circolo de XII stelle nello firmamento jungerà lo temibile Marius Draconis. La sua coda, lunga fino allo suolo, trascinerà giù un terzo delli europei populi nello baratro della insolventia dello debito.
Scoppierà dunque la guerra in cielo. L'arcangelo Michele, colli suoi angeli pugnerà contra Marius; Marius, colli suoi commissari UE, pugnerà l'arcangelo Michele. 
Egli non prevarrà e niuno spazio sarà concesso alli suoi commissari nello cielo.
Lo grande Marius, lo antico rettile, colui che chiamate praesidente della BCE che seduce i popoli della Terra, sarà scagliato sulla Terra colli suoi commissari.
Allora udirete la voce dell'Imperatore che dirà vobis: 
Ora si è compiuta la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio e la potenza del suo Cristo, poiché è stato precipitato l'accusatore dei nostri fratelli, colui che li accusava davanti al nostro Dio giorno e notte.".

E così, cari sodali, lo caduto demone ora dimora nello nostro Impero; egli alberga in sfarzosi palazzi ed è omaggiato dalli corrotti gobernanti ch'ormai arrossiti han li ginocchi pello magno prostrarsi dinanzi allo suo malvagio trono fatto di superbia, cupidigia e avarizia. 

Dalla sua reggia a Franco Fortum (autentica beffa pello imperial potere), egli allunga li suoi lunghi artigli verso i borselli delli homini, squarciandoli et, colla complicità delli suoi servi, zaraffando lo sempre più esiguo contenuto.
Lo dinaro, luccicante et corruttore di animae, est lo suo cibo. 
La povertà, dilagante et contagiosa est lo suo sanguine.
Egli non avrà pace finché non sarà eradicato lo ultimo baglior di laetitia dall'ultimo homo; solo allora, la sua infausta opera sarà compiuta.

Est dunque dovere d'ogne cavalier porre mano allo proprio stocco, est dunque dover d'ogne villico affilar lo proprio forcone. 
Uniti marciate alla volta della reggia di Marius Draconis et delli suoi tirapiedi et calate sulli lor dimoniaci corpi la justitia di Dio et dello Imperatore!
La crociata teutonica assedia Atene. Tsipras "Mi levo anche la cotta di maglia!"
13 Lug
Pubblicato in Politica

La crociata teutonica assedia Atene. Tsipras "Mi levo anche la cotta di maglia!"

Atene. Dopo alcuni mesi di cammino, li baroni crociati tedeschi chiamati alla armi dalla cancelliera Diavola Merkel et comandati dallo maresciallo Volgango Scioblo sono arrivati fino alle porte della capitale ellenica, Atene. Subito est partito l'assedio della città, dove al momento pare non sia stata incontrata particolare resistenza, specie dopo l'annuncio del patriarca bizantino Alessio I Ziprasso, che ha esclamato "mi levo la cotta di maglia, volete anche questa?"

La difesa. La difesa parrebbe quindi abbastanza vana, tra lo comandante pronto a spogliarsi dell'armatura pur d'appagare la cupidigia dei germanici et lo luogotenente Varufachisso il qual si dice che abbia disertato et sia andato a pescare crostacei in qualche isola dell'Egeo. Ci aspetta quindi che li teutonici riusciranno a prendere possesso della città in pochi dì.

Le perplessità del Doge Enrico Dandolo. Il Doge veneziano Enrico Dandolo  ha subito espresso le sue perplessità: "lo mio nome fu infangato perchè dopo haber assaltato Bisanzio durante la quarta crociata ho riportato a casa qualche souvenir per abbellire Piazza San Marco e qualche fazzoletto di terra. Perchè costoro hanno il diritto di saccheggio che io non ho avuto? Piazzando il Partenone a Murano avrei fatto un figurone!"


Lo Imperatore. Anche Lo Imperatore esprime il suo disappunto. "Codesta crociata non s'ha da fare: la chiamata alle armi non venne dal Papa ma dalla Troika. Inoltre, rivolgere gli sforzi bellici verso Atene anzichè verso Gerusalemme est un errore madornale."

Pubblica Gogna
28 Dic
Pubblicato in Costume e Società

Pubblica Gogna

Lungamente prestatori, custodi et cambiavalute in combutta cò lo Dimonio assanguano et parassitano le carni et le finanze de li nostri Signori et de lo nostro fedele volgo! Siano essi fatti prostrare dinnanzi a Dio et dinnanzi a pubblica piazza sotto lo SANTO ET JUSTUS strumento punitivo battezzato GOGNA! Provino essi VERGOGNA et si pentano pelle loro MALEFATTE!