info@feudalesimoeliberta.org
Usate il piccione viaggiatore
Feudalesimo e Libertà
 
 
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 232

Dona la decima allo Imperatore
08 Gen
Pubblicato in Politica

Otto per mille

Messeri e madame, sappiamo quanto vi è cara la pecunia e quanto esecrate lo spreco.
Quindi, perché aprir li vostri fortieri per coloro che nullo hanno da dare se non messaggi quotidiani de' pace et di eguagliantia fra lo nobile et lo bifolco?
Non preferireste forse lo finantiamento di una nuova crociata ad Aleppo, Damasco, Acri, Gerusalemme, Tripoli, Edessa et tante altre favolose mete?
Non preferireste forse uno novo ciclo de' tornei d'arme ove fieri cavalier se le danno de' santa ragione pe' conquistar onore e lo cor delle pulzelle?
Non preferireste forse che lo vostro borgo sia difeso da briganti et manigoldi con solide mura, uno profondo fossato et una pronta guarnigione?
Affidate lo vostro soldo a chi vi offre servigi et sicurezza!
Affidate lo vostro soldo a chi non lo getta in pasto ad affaristi e mercanti dello tempio di Dio!
Nella prossima pergamena DCCXXX-I, depennate quanto richiestovi e scrivete:
devolvo la metà delli miei averi allo Imperatore, in quanto egli ne abbisogna pe' difender me e li miei cari.

Un papa pugnaceo e corazzato come piace a noi
28 Feb
Pubblicato in Accadimenti Importanti

Per un Papa pugnaceo, per un Papa coriaceo

Sodali! come nuntiato, lo Papa romano habet fatto renuntia dello suo potere. Sendo cotesti tempi diffizili pell'Europa et indi pella cristianità, è d'uopo approntar una justa analisi sulle dinamiche che han condotto lo monarca capitolino ad abdicare.
E quale analisi pote esser più lucida di quella dello Imperatore?

In primis lo Pontifex Benedicto XVI, como li suoi predecessori, non est electo dallo Imperatore et siede a Roma anziché alla corte d'Avignone, proseguendo la scelta scellerata de Gregorio XI.

Altro errore fuit quello de dar pieno appoggio allo alfiere delli Inferi Marius delli Monti, assetato dello sangue della plebe et spalleggiato da altri dimoni dallo nomine indicibile et da arpie divoratrici dell'altrui laboro.

Et como non parlare dello Twittero maligno, parto di Lucifero, che lo portò a scriber nuntii su nuntii alla guisa d'un adolescente, mentre i baroni d'europa gridavan como una sola gran voce pe indire una noa crociata?

Lo proximo Papa, eletto dallo Imperatore a sua volta ispirato da Dio, non dovrà esser 'sì debole et volubile ai tranelli dello dimonio! Lo novo papa dovrà esser un buon ascoltatore della voce delli feudatari et un buon castigatore delli infedeli.

Esso non dovrà più servirsi di trabiccoli semoventi pe spostarsi tra le genti! Che fide est quella d'un pontifex ch'innalza vitreo scudo davanti alli suoi devoti? 
Uno vero timorato de Deus cammina tra le folle in groppa allo suo destriero et bardato est dall'armatura forgiata cum lo faerro et la benedizione dei caeli. Uno vero Papa avrebbe fermato la palla de schioppo dello infedele Alì Agca cum lo suo guanto d'arme; egli avrebbe perdonato lo malvagio turcomanno sol poscia haber fatto farina delli sui ossi et molto altro ancora.

Sia dunque lo proximo Papa homo de fide ma anco de pugna! 
Sia egli, allo fianco dello Imperatore, la guida pelle armate crociate! 
Sia la sua mazza flangiata sempre lorda dello sanguine delli eretici!
Sian de faerro temprato et non Prada li suoi calzari!

Si torni alla legittima sede apostolica
08 Feb
Pubblicato in Politica

Si riconduca lo Papa ad Avignone!

Correva lo Anno Domini 1305 quando lo conclave elesse a Perugia Sua Santità Papa Clemente V. Elli, pio homine di chiesa et devoto cristiano succedeva a Bonifacio VIII, scellerato avversario dello Re di Francia e dello Imperator Asburgico. La di lui opera fuit magna et exsemplare: elli suspise lo corrupto ordine delli templari et spostò la papale sede ad Avignone onde evitare que la decadentia e gli intrighi romani influenzassero la sua opera di vicario di Cristo. Sino allo 1377 la sede papale restò in codesto Sacro loco sub la protezione dello Franco Re. 

Magno et pulcher fuit codesto periodo pella Chiesa; Maxima fuit la armonia tralli puteri voluti da Iddio. Lo Re esercitaba lo temporale podere, e lo Papa quello spirituale. Essi collaboravan pella gloria di Nostro Signore contra ogni inimico della cristianità.

Venne poi la sciagurata scelta di Gregorio IX, un anno pria della sua dipartita, di rispostar la domus di Nostro Signore nella Urbe italica. Lo conclave que seguì elesse sotto la pressione delle piazze romane che gridavan: «Romano lo volemo, o almanco italiano» uno Papa barese. Li cardinali Francesi non accettaron codesto resposto, ritenendo que una nomina pontificia debba esser dettato dallo Spirito Sancto et non dallo volgo urlante. Per codesto motivo essi elessero uno altro Papa (Clemente VII) que si ristabilì ad Avignone come lo sua successore (Benedictus XIII). 

Pugnar contra una deriva autonomista fuit lo scopo delli Papi Avignonesi. Li loro pontificati fueron rimembrati come auree età pella cristianità sino a quando li historici vaticani non bollarono esto periodo como "cattività avignonese" et "scisma d'occidente".

Oggi como allor la menzogna et la eresia regna suvrana sub la cupola di San Pietro. Non passa die que lo Papa non assecondi lo volgo o la muderna scientia, non passa die que lo Papa non faccia un appello pella pace, piuttosto que parar la guerra contra li infedeli, non passa die que la banca vaticana non si scupra addentro a qualche losco traffico or empia operazione finantiaria. Feudalesimo e libertà vuole que omnia ciò finisca! Feudalesimo e libertà vuol porre un argine alla corruptione et alla decadentia della Santa Sede.

Feudalesimo e libertà propugna, como nello 1309, lo trasferimento della sede papale ad Avignone, lontano dalle corrupte stanze vaticane et magno vicino a quelle di Aquisgrana. Feudalesimo e libertà propugna lo ritorno a una chiesa que sia faro della cristianità e non faro dello denaro e delle eresie. 

Un voto a Feudalesimo e libertà è un voto pello Papa ad Avignone!
Un voto a Feudalesimo e libertà è un voto contra la corruptione vaticana!
Un voto a Feudalesimo e libertà è un voto pella vera cristianità!